Il subacqueo giapponese continua a visitare il suo migliore amico, il pesce, da oltre 25 anni

0
518
Il subacqueo giapponese continua a visitare il suo migliore amico, il pesce, da oltre 25 anni

Mentre siamo abituati a vedere le persone che di solito si legano a cuccioli, gatti o animali da fattoria, questa amicizia estremamente strana tra un sub e un pesce sconcerta tutti. E come se non fosse già abbastanza strano, questi due insoliti amici condividono questa connessione speciale da oltre 25 anni, ora, scrive daily-cuteness.

Tutto è iniziato molti anni fa, quando il subacqueo giapponese Hiroyuki Arakawa è stato incaricato di supervisionare un 'torii' – un santuario sacro alla religione shintoista. Ma questo non era come nessun altro “torii” perché si trova sotto la superficie della baia di Tateyama in Giappone. Data la sua importanza spirituale, Hiroyuki doveva immergersi frequentemente per verificare le condizioni del sito. E poiché ha continuato a farlo per così tanti anni, l'uomo ha finito per conoscere anche le creature marine che vivevano lì. In particolare un pesce labro il subacqueo di nome Yoriko e con il quale condivide una così bella amicizia.

Anche se suona abbastanza bizzarro, Hiroyuki e Yoriko sono vanno incredibilmente d'accordo e non possono avere la possibilità di rivedersi. E non importa quanto possa sembrare incredibile un'amicizia tra un essere umano e un pesce, a quanto pare la scienza ha anche una spiegazione per questo. Si scopre che i pesci potrebbero effettivamente riconoscere i volti umani.

“Gli scienziati hanno presentato al pesce due immagini di volti umani e li hanno addestrati a sceglierne uno sputando i loro jet su quella foto “, ha detto alla CNN la dottoressa Cait Newport dell'Università di Oxford. “I ricercatori hanno deciso di rendere le cose un po' più difficili. Hanno scattato le foto e le hanno rese in bianco e nero e hanno uniformato le forme della testa. Penseresti che getterebbe il pesce per un giro. Ma no, sono stati in grado di scegliere il volto familiare con una precisione dell'86%.”

Scopri di più su questa strana amicizia, qui:

Questa storia è originariamente apparsa su daily-cuteness.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here